Mercato auto Italia ad ottobre 2017 segna +7,1%, FCA segna +8% e Alfa Romeo +10,27%. Stelvio è il suv più venduto della sua categoria

Fiat Chrysler Automobiles in Italia a ottobre mantiene sostanzialmente le stesse vendite dell’anno scorso e, con quasi 41.200 immatricolazioni nel mese, ottiene una quota del 26,1 per cento.
Molto positivo il progressivo annuo, con quasi 486.100 registrazioni – l’8 per cento in più in confronto al 2016 – e una quota al 28,7 per cento.

 

 

 

Ad ottobre 2017 Alfa Romeo immatricola 3.297 vetture, il 10,3 per cento in più nel confronto con lo stesso mese del 2016, per una quota al 2,1 per cento rispetto al 2, per cento di un anno fa. Nei primi dieci mesi del 2017 il marchio registra 38.500 vetture (con il 27,7 per cento di crescita) e la quota è del 2,3 per cento in crescita di 0,3 punti percentuali.
L’importante crescita delle immatricolazioni Alfa Romeo in ottobre – migliore a quella ottenuta dal mercato complessivo – è dovuta ovviamente a Giulia e Stelvio: la prima è tra le più vendute del suo segmento, mentre il primo SUV dell’Alfa Romeo è la più venduta della sua categoria con il 12,6 per cento di quota. Questi i numeri nel dettaglio: Alfa Giulietta 1511 unità,  Alfa Stelvio 865 unità, Alfa Giulia 500 unità ( – 25%). Non disponibili i dettagli delle vendite per le vetture MiTo e 4C.  Alfa Stelvio ha venduto 865 vetture rispetto alle 858 unità della Land Rover Evoque ( fonte Unrae)

 

 

Il Sole 24 Ore ha evidenziato in questi giorni che la produzione  Alfa al 30 settembre 2017  ha superato di poco le 112mila unità (dati Fim), dalla Mito alla 4C, volumi non sufficienti soprattutto su Cassino – quasi 11mila vetture realizzate da gennaio a settembre – per garantire i piani iniziali del Lingotto. Si riscontra anche una piccola flessione per la Giulia, secondo gli analisti a causa della mancanza di una versione Sport Wagon. Nel 2018 debutterà la versione Coupè. Un segnale preoccupante confermato, nelle ultime settimane, dalla riduzione della produzione di Alfa Romeo Giulia e del suv Stelvio, da 300 a 215 per turno, è quanto afferma il quotidiano economico italiano. Non va dimenticato che sul mercato cinese sono state introdotte nuove stringenti normative che aumentano i dazi sulle vetture di importazione: su questo sono colpite duramente i brand Maserati e Alfa Romeo che producono interamente in Italia ed esportano in tutto il mondo.

 

Il Biscione progetta, e produce interamente nel territorio italiano. Alfa Romeo produce Giulietta, Giulia e Stelvio presso lo stabilimento laziale di Cassino (FR), la MiTo nello stabilimento piemontese di Mirafiori, mentre la 4C ( Coupè e Spider) viene prodotta a Modena nello storico stabilimento Maserati. I propulsori Alfa Romeo 2.0 Turbo Benzina ( in tutti gli step di potenza) e 2.9 V6 BiTurbo Benzina 510cv sono prodotti a Termoli (Cb), mentre il 1.6 Multijet – 2.2 Diesel MultiJet ed il 1.8 Turbo Benzina sono prodotti a Pratola Serra (AV).

MA

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *