Fiat punta a diventare il secondo costruttore

L’AD di Fiat Sergio Marchionne ha delineato un piano “interessante” per creare il primo produttore di auto in Europa, ma avrà bisogno di supporto finanziario dai governi nell’ordine di 5-7 miliardi di euro, ha detto il ministro dell’Economia tedesco.
La Fiat ha reso noto che prenderà in considerazione lo scorporo dell’auto e una successiva fusione con Opel e il resto delle attività europee della General Motors, cioè l’inglese Vauxhall e la svedese Saab.
A insidiare la Fiat c’é però Magna, il gruppo austro- canadese che il 28 aprile scorso ha incontrato zu Guttemberg presentandogli quella che il ministro ha definito una “prima interessate bozza di piano”. E che, secondo indiscrezioni di stampa, assieme al costruttore russo Gaz e alla banca russa Sberbank, sarebbe disposto a investire nell’operazione Opel cinque miliardi di euro.

FIAT OPEL

Supporto per diventare il secondo costruttore – Reuters Italia

Ci scusiamo, se molte notizie verranno smentite nelle prossime ore, cercheremo di aggiornarle nel più breve tempo possibile, per aggiornarvi in tempo reale di questa vicenda, che stà tenendo tutti col fiato sospeso, da semplici appassionati ad azionisti del Lingotto.

Commenti

commenti