Il brand AlfaRomeo al Salone di Parigi 2010:debutto 2.0 jtdM 140cv

Segue comunicato ufficiale AlfaRomeo Press sulla presenza del brand milanese al Salone di PARIGI 2010.

null

La Giulietta, la compatta più sicura al mondo per Euro NCAP, è la protagonista dello stand Alfa Romeo con due anteprime mondiali: il nuovissimo 2.0 JTDM da 140 CV e il 1.4 MultiAir Turbobenzina da 170 CV con cambio automatico “Alfa TCT”.
A completamento della già ricca offerta di motori di Giulietta viene lanciato un nuovo propulsore turbodiesel da 140CV che fa registrare basse emissioni (soli 119 g/km), bassi consumi (4,5 litri/100 km nel ciclo combinato) e che ha un’erogazione di coppia eccellente (in Dynamic 350 Nm a soli 1.750giri). Un motore versatile adatto sia all’esigenze delle flotte sia a quelle dei privati.
La seconda novità è un’innovativa trasmissione automatica con doppia frizione a secco che assicura un comfort di guida ed un feeling sportivo superiori a quelli offerti dai cambi automatici convenzionali ma con una migliore efficienza e una riduzione dei consumi. L’ “Alfa TCT” sarà abbinato a una motorizzazione benzina (1.4 170 CV MultiAir presente sullo stand) e a seguire a una motorizzazione diesel (2.0 JTDM 170 CV). Inoltre, il nuovissimo “Alfa TCT”, la cui prima applicazione è stata su Alfa MiTo, è abbinato al sistema Start&Stop in modo da contenere al massimo il livello di consumi ed emissioni di CO2 (121 g/km per il 1.4 170 CV MultiAir).
Alfa Romeo Giulietta è stata progettata per avere due anime, una più sportiva capace di esprimere grande agilità sui percorsi più impegnativi, e una più funzionale con doti di abitabilità e comfort sulle strade di tutti i giorni. Artefice di queste performance è la nuova architettura “Compact” che, grazie ai sofisticati schemi scelti per le sospensioni, allo sterzo attivo dual pinion, alle tecnologie produttive all’avanguardia e ai materiali robusti e leggeri utilizzati le permette di raggiungere livelli di eccellenza sia per il comfort a bordo che per le sue doti dinamiche e di sicurezza (attiva e passiva). A tal proposito la vettura ha conquistato le prestigiose 5 stelle Euro NCAP con un punteggio globale di 87/100 del nuovo rating 2010: un risultato straordinario che le consente di essere la compatta più sicura di sempre.
Sullo stand allestito a Parigi “sfilano” anche altre due versioni di Giulietta: una Distinctive 1.6 JTDM da 105 CV e una Quadrifoglio Verde con il 1750 TBi da 235 CV. La prima motorizzazione è dedicata a tutti coloro che ricercano una vettura con una personalità ed uno stile distintivi, che offra l’agilità e l’handling tipici di una Alfa Romeo ma che li sappia combinare con costi di gestione contenuti. Infatti, il 1.6 JTDM da 105 CV è un motore diesel elastico ed “ecologico” che stupirà i clienti per la sua prontezza di risposta (in Dynamic la coppia massima è di ben 320 Nm a soli 1.750 giri) abbinata ad un consumo molto contenuto (nel ciclo extraurbano è di soli 3,7 l/100km). Questo è stato possibile grazie all’abbinamento tra la tecnologia MultiJet 2 e il sistema Start&Stop.
Un discorso a parte merita il brillante 1750 TBi da 235 CV abbinato all’esclusivo allestimento Quadrifoglio Verde, un marchio leggendario che ha gareggiato sui circuiti di tutto il mondo. Disponibile solo su questa motorizzazione, questo allestimento si contraddistingue per un l’assetto sportivo ribassato (15mm sull’anteriore e 10mm su posteriore), i cerchi da 17’’ (optional da 18’’), un impianto frenante maggiorato con pinze verniciate rosso Alfa e degli interni sportivi che includono la selleria sportiva in pelle e microfibra. Tutto per garantire il massimo piacere di guida unito ad una sicurezza attiva e passiva ai vertici del segmento. E anche i consumi sono ridotti per un motore di questo livello di potenza. Dunque, il “Quadrifoglio Verde” viene reinterpretato in chiave moderna abbinando il massimo piacere di guida alla maggiore sensibilità ambientale per una sportività consapevole e rispettosa dell’ecosistema.
In dettaglio, il 1750 Turbo Benzina vanta soluzioni tecniche all’avanguardia quali l’iniezione diretta di benzina, il doppio variatore di fase continuo, il turbocompressore ed un rivoluzionario sistema di controllo definito “scavenging” che elimina il cosiddetto “turbolag”. Nasce così un propulsore con prestazioni comparabili o superiori a quelle di un “3 litri” mentre i consumi si mantengono su livelli moderati e propri di un “4 cilindri” compatto. Da sottolineare che la potenza specifica di 134 CV/Litro rappresenta la più alta mai raggiunta da un motore Alfa Romeo. Anche la coppia specifica, pari a 195 Nm/litro è la più alta tra i motori benzina della categoria, mentre la coppia massima di 340Nm, raggiunto già al regime di 1.900 giri, rappresenta un punto di assoluta eccellenza.
Infine sullo stand viene presentata una Giulietta dotata di Blue&Me –TomTom l’unico sistema di info-intrattenimento portatile completamente integrato che, oltre alla navigazione a mappe, permette di gestire, attraverso un moderno touch-screen a colori, i comandi al volante e vocali, il telefono, la navigazione e tutte le informazioni necessarie alla guida, potenziando e sfruttando a pieno le caratteristiche del Blue&Me stesso e garantendo la massima sicurezza alla guida.

null

MiTo la sportività si fa ancora più “ecologica”

Riflettori puntati anche sull’Alfa Romeo MiTo che a Parigi è presente con due esemplari nell’allestimento Distinctive. La prima vettura è equipaggiata con il 1.4 MultiAir Turbobenzina da 135 CV abbinato al cambio automatico a doppia frizione a secco “Alfa TCT” e al sistema Start&Stop che gestisce lo spegnimento temporaneo del motore in caso di sosta. Così equipaggiata l’Alfa Romeo MiTo regala ottime perfomance (7,1 l/100Km nel ciclo urbano, 126 g/km di CO2 e 8,2 secondi per passare da 0 a 100 Km/h), dati perfino migliori della stessa motorizzazione con cambio manuale (i valori sono 7,4 l/100Km, 129 g/km e 8,4 secondi). Da sottolineare che MiTo è stata la prima vettura sia a proporre il rivoluzionario motore MultiAir sia a unire il brillante 1.4 MultiAir Turbobenzina da 135 CV, il cambio “Alfa TCT” e il sistema “Start&Stop”.
La seconda Alfa Romeo MiTo sullo stand è dotata del 1.3 Multijet da 95 CV nella versione ECO che, rispetto alla stessa motorizzazione in gamma, si caratterizza per l’ottimizzazione dei consumi grazie ad una specifica messa a punto di motori e rapporti del cambio. In questo modo, si ottiene una riduzione dei consumi (da 4,3 a 4,0 l/100km nel ciclo combinato) e delle emissioni di CO2 (da 112 a 104 g/km). Invariate, invece, le prestazioni che si confermano tra le migliori della categoria: 180 km/h di velocità massima e 11,6 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.
Entrambe le vetture esposte propongono una raffinata selleria in pelle, il Pack Premium (comandi al volante, bracciolo anteriore con vano, climatizzatore automatico bizona, sensori di parcheggio e cruise control) e il Pack Sport (spoiler, paraurti posteriore sport, fendinebbia, quadro strumenti sportivo e cerchi da 18” per il 1.4 MultiAir da 135 CV e cerchi da 17” per il 1.3 Multijet da 95 CV ECO). Diversa invece la dotazione info-telematica a bordo delle due MiTo: la versione 1.4 MultiAir è dotata del sistema Blue&Me e del navigatore satellitare “RadioNav” che costituisce la nuova generazione di entertainment e navigazione satellitare sviluppato da Magneti Marelli per Alfa Romeo. Il sistema integra il navigatore satellitare, l’autoradio munita di dual tuner, uno dei quali dedicato anche alla ricezione delle informazioni sul traffico (TMC), il lettore CD Mp3 e la cartografia europea caricata su SD card che permette di velocizzare i tempi di accesso ai dati e di calcolo dei percorsi. Per garantire la massima nitidezza e definizione delle immagini è dotato di un display a colori da 6,5 pollici ad alta definizione. I visitatori del Salone possono ammirare sulla seconda MiTo esposta il “Blue&Me–TomTom”, l’ultima evoluzione del sistema Blue&Me. Si tratta di un sistema completamente integrato che permette di gestire, attraverso un pratico touch-screen a colori, telefono, navigazione e tutte le informazioni necessarie alla guida. Il dispositivo è frutto di una partnership tra Fiat Group Automobiles e TomTom, leader in Europa nella navigazione portatile e si integra con la vettura grazie al sistema Blue&Me.

Alfa Romeo 159 presenta il MY 2011 e la nuova motorizzazione Diesel 2.0JTDM-2 da 136 CV

In evidenza sullo stand anche un’Alfa Romeo 159 Model Year 2011. Il modello (berlina e Sportwagon) si è recentemente rinnovato nello stile degli interni e arricchito con dei pacchetti di optional che assicurano al cliente un’ampia possibilità di personalizzazione ed un’offerta sempre ricca di contenuti. A Parigi è esposta una Sportwagon nell’esclusiva livrea “Rosso Competizione” ed equipaggiata con il nuovo propulsore 2.0 JTDM 136 CV (Euro 5). Questa nuova motorizzazione va a completare l’offerta diesel Euro 5 di 159 e va a collocarsi nella fascia di potenza diesel più rilevante all’interno del segmento D in Europa. Questo propulsore è infatti in grado di coniugare le esigenze della clientela privata, alla ricerca di una vettura brillante ma al contempo con consumi ridotti, con quelle della clientela “fleet”, attenta ai costi di esercizio senza trascurare comfort ed elasticità di marcia per affrontare lunghe percorrenze.
La vettura esposta è equipaggiata con il Pack TI che la caratterizza sportivamente grazie ad una ricca dotazione di contenuti. In dettaglio, il Pack TI personalizza gli esterni dell’Alfa Romeo 159 con cerchi in lega da 18” disegno “a turbina” (a richiesta da 19” disegno a raggi come sulla vettura esposta), assetto sportivo ribassato, minigonne e pinze freni rosse maggiorate. Dunque, un’automobile molto grintosa e decisamente “aggrappata” all’asfalto. Internamente l’ambiente TI si riconosce dai sedili ad alto contenimento rivestiti in pelle e Alcantara di colore nero con profili rossi (a richiesta i sedili sportivi possono essere completamente rivestiti in pelle di colore nero o cuoio), pedaliera sportiva in alluminio e batticalcagno con logo TI, volante sportivo in pelle con comandi radio, pomello del cambio e leva freno a mano rivestiti in pelle con cuciture rosse, sistema Blue&Me e strumentazione sportiva. Infine, per un innovativo look “hi-tech” sulla vettura esposta sono presenti (optional) i nuovi inserti in fibra di carbonio su consolle centrale e volante.
Non ultimo, attraverso la distribuzione di materiale informativo e l’allestimento di alcuni totem personalizzati sullo stand, il pubblico potrà conoscere i prodotti di FGA Capital, società finanziaria (joint venture Fiat Group Automobiles e Crédit Agricole) specializzata nel settore automobilistico. La società è operativa in Italia ed Europa con un’unica mission: supportare le vendite di autoveicoli di tutti i marchi Fiat Group Automobiles e Chrysler attraverso prodotti finanziari innovativi e completi di servizi ad alto valore aggiunto dedicati alla rete dei concessionari, ai clienti privati e alle aziende.

Commenti

commenti