Alfa Romeo protagonista del Gran Premio Nuvolari dal 18 al 21 settembre 2014

Dal 18 al 21 settembre si svolgerà il Gran Premio Nuvolari 2014, la famosa manifestazione internazionale di regolarità riservata alle auto storiche che rende omaggio al ‘Mantovano Volante’, il celebre pilota che ha ottenuto i più prestigiosi e leggendari successi della sua lunga carriera proprio con le vetture Alfa Romeo. Come da tradizione, partenza e arrivo sono fissati a Mantova – città natale del grande pilota – dopo aver percorso più di mille chilometri attraverso il paesaggio italiano: da Mantova a Cesenatico, da Urbino a Siena, da Arezzo a Rimini e da Ferrara di nuovo a Mantova.

Organizzato da Mantova Corse, con la collaborazione dell’Automobile Club Mantova e del Museo Tazio Nuvolari, il Gran Premio 2014 vedrà la partecipazione di circa oltre 250 le vetture d’epoca. Tra queste rarità automobilistiche c’è un prezioso esemplare della collezione del Museo Storico Alfa Romeo: la Giulietta SZ “coda tronca” del 1960.In occasione dei sessant’anni della Giulietta (1954-2014) – un modello fondamentale nella storia dell’Alfa Romeo – la ‘SZ’ rappresenta una delle versioni più raffinate e, al tempo stesso, quella più sportiva. Disegnata e assemblata da Zagato, la Giulietta SZ si dimostrò subito all’avanguardia grazie ad una carrozzeria interamente in alluminio – il peso della vettura è di 750 kg – e ad un’aerodinamica particolarmente efficiente: la soluzione della coda di “Kamm” (o “tronca”) ha fatto guadagnare alla SZ ben 7 km/h in più rispetto alla prima versione, quella con la “coda tonda”.

 

giulietta-sz-1960

A sottolineare il fil rouge che lega le vetture del passato e quelle di attuale produzione, la preziosa Giulietta SZ sarà accompagnata dalla nuova Giulietta Quadrifoglio Verde, le versione prestazionale che assicura stile essenziale, motori compatti e potenti, giusto rapporto peso/potenza e contenuti tecnici “made in Alfa Romeo” votati al piacere di guida.Caratterizzata da un look deciso e dalla forte personalità, sulla vettura spicca il leggendario ‘Quadrifoglio Verde’: è il simbolo che dal 1923 identifica le più performanti realizzazioni firmate Alfa Romeo, non solo quelle impegnate sui circuiti da gara di tutto il mondo ma anche alcune versioni speciali di produzione. Inoltre, propone una motorizzazione esclusiva ereditata dalla supercar Alfa Romeo 4C: il nuovo 1750 Turbo Benzina con iniezione diretta e basamento in alluminio da 240 CV abbinato all’innovativo cambio 6 marce a doppia frizione a secco ‘Alfa TCT’. Dotata del selettore DNA evoluto e della funzione Launch Control (l’unica del segmento a proporlo), la Giulietta Quadrifoglio Verde accelera da 0 a 100 km/h in soli 6 secondi.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *