Altavilla (Chief operating officer FCA Area EMEA): al via la produzione della Giulia, ecco i dettagli tecnici aspettando il Salone di Ginevra

Apprendiamo dal Corriere della Sera che il top manager di FCA, Alfredo Altavilla ( (Chief operating officer di FCA per l’Area EMEA) ha dichiarato che al Salone di Ginevra agli inizi di marzo 2016 la nuova berlina Alfa Romeo Giulia sarà presente sia in versione Quadrifoglio ( 3.0 V6 Bi-Turbo benzina con 510 cv) che 2.2 Diesel Multijet con step di potenza 135/180 o 210cv. L’altra motorizzazione 2.0 Turbo Benzina 4 cilindri con distribuzione MultiAIR avrà 180/150/330cv.

 

ar-mutlijet

 

Altavilla ha nuovamente precisato che il sito di Cassino (FR) è destinato alla piena saturazione man mano che si amplierà la gamma Alfa Romeo e sarà l’unico stabilimento dove saranno prodotte le Alfa Romeo. I due motori benzina per il Biscione sono prodotti nello stabilimento FPT di Termoli (Cb),il primo motore è un 4 cilindri a benzina con tecnologie avanzate e potenza elevata, sviluppato in modo specifico per l’Alfa Romeo. Il secondo è un 6 cilindri di derivazione Ferrari, anch’esso sviluppato appositamente per l’Alfa. La capacità produttiva installata sarà di oltre 200.000 motori, in grado di soddisfare circa la metà dei volumi previsti nel piano Alfa Romeo al 2018. Il motore 2.2 MultiJet per Alfa verrà prodotto nella fabbrica irpina di Pratola Serra, sito dal quale già esce il propulsore a benzina da 1.750 cc con 240cv che equipaggia Alfa 4C coupè , Alfa 4C Spider e Giulietta Veloce.

 

ar-giulia-2015-home

 

Secondo Automotive News La produzione, sia le Quadrifoglio che le diesel inizieranno a uscire dallo stabilimento di Cassino il 31 marzo 2016 , mentre le prime auto arriveranno sul mercato europeo alla fine di maggio o al massimo all’inizio di luglio; per le versioni a benzina, invece, bisognerà attendere la fine dell’anno. Sia la Quadrifoglio che le altre versioni, partono insieme, nelle prossime settimane, nello stabilimento di Cassino per essere commercializzate nel secondo trimestre.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *