Mrachionne:low cost Innocenti e Nuova Campagnola

Altro capitolo affascinante è il possibile recupero dell’ Innocenti per
farne un marchio low cost. Non c’é niente di certo, ma Marchionne non
lo ha escluso ed ha precisato che si tratta di "una delle tante
opportunità che stiamo valutando". "Se si parla di fare un’auto low
cost, nel vero senso della parola – ha aggiunto – non sarebbe una
cattiva idea riesumare il marchio Innocenti". "Però se non lo escludo
non dico neanche che è vero – ha precisato Marchionne – perché è una
delle opportunità che abbiamo e che stiamo valutando".

E’ più
probabile, ma con orizzonti temporali allargati e con un modello
diverso dall’attuale, invece, lo sbarco in Usa della Fiat 500. "Credo
che prima o poi ci sia la possibilità – ha precisato Marchionne – che
la 500 in qualche forma sbarchi sul mercato americano, non è da
escludere. Ma non succederà adesso, probabilmente dopo il 2010". L’ad
di Fiat ha invece definito "molto improbabile" il rientro in generale
della gamma Fiat negli Stati Uniti. "Le cosa in quel mercato vanno a
cicli, ma – ha precisato – durano pochissimo". A questo proposito l’ad
di Fiat ha detto di non vedere bene l’imminente sbarco della Smart sul
suolo americano. "Non lo vedo un mercato che riesce a capire il valore
di quella vettura", ha detto. Per  questo, ha aggiunto, "prima di
vedere delle Fiat in giro per l’America occorrerebbe un cambiamento
strutturale in quel mercato che io oggi non vedo". Sull’imminente
lancio della 500, Marchionne ha precisato che "chi pensa che sarà solo
un fenomeno italiano si sbaglia di grosso". Come la Mini, la 500
rientra nel novero dei prodotti ‘di desiderio’ e Marchionne pensa che
"la Mini per il gruppo Fiat rappresenti un concorrente che può essere
attaccato da più parti: la 500 fa parte dell’arsenale, insieme alla
Ypsilon e l’Alfa Junior".

Ultima novità di prodotto annunciata
da Marchionne è il possibile rientro del marchio Fiat nel settore dei
fuoristrada, da cui è assente dai tempi della mitica ‘Campagnola’, con
un restyling del Massif che l’Iveco produrrà con la spagnola Santana ed
il cui lancio è previsto entro l’ultimo trimestre dell’anno. "Stiamo
lavorando sull’opportunità di sviluppare una versione del fuoristrada
Massif per la Fiat, usando anche gli stessi motori e le trasmissioni
che metteremo sulla versione attuale, ovviamente, differenziando il
body e gli interni".

Fonte: www.ansa.it 

Commenti

commenti