Alfa 159 SW 2.4 jtdM Q4 Polizia Stradale

Torino 25 ottobre 2008 – Il 25 ottobre 2008 , presso il comune di
Piove di Sacco (Padova), si è svolta una cerimonia in memoria di
Giuseppe Brezil, Sovrintendente Capo della Polizia di Stato caduto in
servizio a Padova il 21 giugno 1996. Alla presenza delle Autorità
pubbliche e della Polizia di Stato, è stata intitolata a Giuseppe
Brezil una via della frazione Piovega del comune stesso. Al termine
dell’evento, presso il Distaccamento della Polizia Stradale di Piove di
Sacco, è stata presentata alle personalità intervenute l’Alfa Romeo 159
Sportwagon 2.4 JTDM Q4 in dotazione ai reparti della Polizia Stradale.

 

 

 

Con questo modello –
acquistato finora in circa 272 unità nell’ambito di un progetto che
prevede l’acquisizione di altre 250 vetture – continua il connubio che
lega il brand Alfa Romeo e la Polizia di Stato. Infatti, l’Alfa Romeo
159 Sportwagon 2.4 JTDM Q4 si è rilevata la più adatta a soddisfare la
Polizia Stradale nello svolgimento del servizio di controllo e
prevenzione sulla circolazione stradale. In particolare, è stata scelta
la versione equipaggiata con il potente 2.4 JTDM 20v da 210 CV e dotata
del sistema Q4, l’evoluzione della trazione 4×4 permanente con tre
differenziali (quello centrale di tipo autobloccante Torsen C).

 

Contraddistinte dal “Centauro alato”, tutte le vetture dispongono
del potente turbodiesel Multijet (potenza massima 210 CV a 4000
giri/min) abbinato ad un cambio meccanico con sei marce che sviluppa
una coppia di 400 Nm a 1500 giri/min. L’erogazione della coppia, il cui
valore massimo è già disponibile ad un regime molto basso, ne esalta le
caratteristiche di prontezza e risposta al pedale dell’acceleratore.
Così equipaggiata la Sportwagon raggiunge una velocità massima di 225
km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi. Prestazioni ai vertici
della categoria, quindi, alle quali si aggiungono le ottime performance
del sistema Q4 che opera una ripartizione permanente e dinamica della
trazione sulle 4 ruote: si raggiunge così il massimo livello di
sicurezza attiva e della sportività. Il differenziale centrale
autobloccante Torsen C gestisce la coppia motrice ripartendo il 57%
alle ruote posteriori e il 43% alle ruote anteriori. Il sistema,
inoltre, assicura ottima motricità in qualsiasi condizione di aderenza
grazie al controllo automatico di qualunque slittamento.


 

Commenti

commenti