Handelsblatt:VW non permetterà che l’Alfa vada in mano cinesi

Alfa Romeo targata Volkswagen: non si placano le polemiche e le aspettative su una ipotetica cessione del brand milanese, seccamente smentita dal Lingotto. Il Quotidiano tedesco HANDELSBLATT torna sull’argomento, e dopo l’acquisizione di Porsche, Man, Scania e Suzuki il colosso tedesco vuole continuare a fare shopping. L’Alfa prenderebbe il posto del marchio SEAT che non stà andando bene e in caso di acquisizione del Biscione sarebbe la prima ovvia sovrapposizione all’interno del gruppo che andrà rimossa facendo morire il marchio spagnolo.
L’Alfa inoltre doveva chiudere il 2009 con 300mila unità ma si è fermato a poco più di 115mila.
Il rischio che la cessione possa far scendere in campo player asiatici il Gruppo VW non lo vuole e farà di tutto in caso di vendita del marchio milanese per chiudere la partita e per ri-dare la possibilità a Giugiaro e a Walter de Silva di utilizzare le proprie matite per le Alfa future se parleranno tedesco….

‘Handelsblatt’ paragona cosi’ il caso Alfa al caso Saab (la casa svedese che GM ha ceduto a inizio anno alla Spyker, ndr): “l’immagine e’ certamente buona, ma il marchio e’ troppo piccolo per vivere e troppo grande per morire”. Il giornale sottolinea comunque che Marchionne sbaglierebbe a cedere Alfa in quanto dopo l’ingresso di Fiat nella Chrysler il mercato americano riveste molta importanza per il costruttore torinese e Alfa possiede una forza di attrazione e di vendita sufficienti per entrarvi. Separarsi da Alfa sarebbe pertanto “un atto dettato dalla disperazione e niente fa trapelare che una simile iniziativa sia necessaria per Torino”, conclude Handelsblatt, osservando del resto che “la fantasia di espandersi di Vw non ha ancora raggiunto i propri limiti. Wolfsburg ha ancora fame e il suo boss, Martin Winterkorn, ha gia’ dimostrato di essere molto paziente”.

Commenti

commenti