Alfa 159 my 2008

 L’Alfa Romeo 159 – berlina e Sportwagon – MY 2008 offre alcune novità in termini di design stile, allestimenti e dotazioni. Per
quanto riguarda lo stile, le modifiche più evidenti hanno interessato
l’abitacolo che oggi è ancora più ricercato ed esclusivo. L’intervento
del Centro Stile Alfa Romeo ha interessato anche le mostrine della
plancia, oggi di colore Titanio, e l’intero ambiente interno che nelle
versioni Sport e TI è di un suggestivo nero.
E
se il quadro strumenti è stato rinnovato nella grafica, un’altra novità
si scopre al centro della plancia, dove spicca il display
multifunzionale del radio-navigatore, contraddistinto da una nuova
grafica “user-friendly”, mentre in basso si trovano i comandi del
climatizzatore automatico “bi-zona”, oggi ancora più ergonomici e di
facile utilizzo.

Sulle nuove versioni di Alfa 159 MY 08
debuttano due novità: infatti, nel campo della sicurezza, diventa di
serie su tutte le versioni il nuovissimo sistema “Q2 elettronico”
mentre viene introdotta la motorizzazione 3.2 V6 da 260 CV con trazione
anteriore (fino ad oggi disponibile solo con Q4) che consente di
raggiungere i 250 km/h.

Inoltre, Alfa 159 MY 08 e 159 Sportwagon
MY 08 assicurano secondo la Casa italiana una tenuta di strada senza
compromessi. Merito di uno sterzo estremamente preciso e delle
sospensioni adottate su entrambe le vetture. Anteriormente, una
soluzione a quadrilatero alto che permette di avere la massima tenuta
laterale, grande efficacia e precisione nella risposta dello sterzo e
un’eccellente motricità.

Posteriormente,
una sospensione a bracci multipli che rende la vettura estremamente
stabile nelle manovre ad alta velocità e molto agile sul “misto
stretto”, come si conviene ad una vera sportiva. Inoltre sulla versione
3.2 V6 è proposta una trazione integrale permanente Q4 con tre
differenziali (quello centrale è autobloccante Torsen C e gestisce la
coppia motrice ripartendo il 57% alle ruote posteriori e il 43% alle
ruote anteriori).

Un’ulteriore novità della gamma 2008 è
l’intervento di ottimizzazione applicato alla struttura del modello.
Infatti, i tecnici hanno rivisto il processo tecnologico per la
realizzazione di alcuni particolari delle due vetture (berlina e
Sportwagon) al fine di migliorarne il comfort, la dinamica e i consumi
reali, percepiti dal cliente, nelle diverse situazioni di utilizzo
.
Per esempio, oggi i cerchi in lega, alleggeriti rispetto alle soluzioni
precedenti, sono realizzati mediante ottimizzazione delle proprietà
meccaniche della lega di alluminio e con la tecnologia “flow-forming”
per quelli di grandi dimensioni, parallelamente il montante delle
sospensioni anteriori è realizzato in alluminio. Allo stesso modo, la
barra stabilizzatrice è di tipo ”tubolare”, così come le pinze dei
freni anteriori (sulle motorizzazioni a 4 cilindri) sono completamente
in alluminio monoblocco. Questi interventi, uniti ad alcuni affinamenti
aerodinamici del veicolo, hanno portato ad una riduzione del peso
complessivo della vettura di circa 45 chilogrammi.

Fonte www.automobilismo.it 

Commenti

commenti