Gran premio Azerbaijan 2019 , Alfa Romeo porta a casa un punto per il mondiale costruttori

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing e CEO Sauber Motorsport AG:
“Siamo contenti di aver superato le qualifiche di ieri, più siamo dispiaciuti che dopo la gara siamo riusciti a portare a casa un solo punto.

La brutta notizia riguarda l’ala anteriore di Kimi: è stato un errore marginale con la deflessione – sulla macchina di Antonio la stessa ala anteriore con le stesse specifiche andava bene – ma la conseguenza era che dovevamo cambiare le specifiche e Kimi doveva partiamo dalla pit lane e, non essendoci safety car questa volta, siamo rimasti bloccati nel traffico con entrambe le macchine.

Kimi Räikkönen (auto numero 7):
Alfa Romeo Racing C38 (Chassis 02 / Ferrari) 
Risultato: 10 °. Inizia con gomme morbide e dopo 8 giri cambia con gomme medie
“Non è un weekend facile per noi, non era il piano per iniziare dalla pit lane ma è quello che è, quindi un punto è il massimo che potremmo raggiungere oggi. Ci siamo fermati prima per uscire dal traffico, ma poi ho faticato per tutta la gara con il cambio gomme. Un po ‘deluso perché mi aspettavo molto di più ma ho la sensazione che la prossima gara sarà più facile per noi “.
 
Antonio Giovinazzi (numero di automobile 99):
Alfa Romeo Racing C38 (Chassis 03 / Ferrari) 
Risultato: 12 °. Inizia con gomme morbide e dopo 7 giri cambia con gomme medie
“E ‘stata una gara avvincente, siamo partiti dalla P17 sulla griglia grazie alla mia penalità di 10 posizioni, ho perso troppo tempo per rimanere fuori nel primo stint e sono rimasto bloccato traffico: è un peccato perché ho avuto un buon passo ma purtroppo non c’era la safety car e non potevo sfidare per un posto nella Top Ten. Ora devo rimanere concentrato e continuare a lavorare per la prossima gara a Barcellona “.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *