Race Slovakia WTCR 2020: nelle tre gare ottimi risultati per l’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR

Gara 1: prima vittoria per Berthon

Nathanaël Berthon ha centrato il primo successo nel FIA WTCR – World Touring Car Cup nonostante al via di Gara 1 della WTCR Race of Slovakia abbia perso la DHL Pole Position. Il pilota del Comtoyou DHL Team Audi Sport con la sua Audi RS 3 LMS è scivolato dietro a Nicky Catsburg (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team – Hyundai i30 N TCR), che però strada facendo si è trovato in difficoltà lasciando nuovamente il primato al francese dal terzo giro.

“Complimenti al team, la macchina era fantastica – ha detto Berthon – Al via partivo dal lato bagnato e quindi ho perso il primato, ma poteva andare peggio. Finalmente, ora pensiamo al resto della giornata”. Gabriele Tarquini (BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse) è riuscito a risalire dal quinto al secondo posto, mentre terzo si classifica Jean-Karl Vernay (Team Mulsanne – Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris), con Catsburg che crolla 17°.

“Il 90% della griglia ha scelto le stesse gomme – dice Tarquini, che ha montato le Goodyears all’anteriore e quelle da bagnato al posteriore – All’inizio è stato divertente, si sbandava molto. Dovevo attaccare e ho guadagnato due posizioni in un colpo solo alla curva 3, quello è stato il momento chiave della gara”.

Vernay ha aggiunto: “E’ stata una gara difficile, ma è andata bene. Al via ero sul lato bagnato e ho perso una posizione, poi sono riuscito a recuperarla e sono contentissimo per la Romeo Ferraris perché se lo merita. Spero non sia l’ultimo podio della giornata”.

Alle loro spalle sono state scintille tra Néstor Girolami ed Esteban Guerrieri per il quarto posto con le Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport. Il primo si era detto preoccupato per la rimonta del compagno di squadra dal nono posto, ma via radio gli hanno detto di stare tranquillo. Invece Guerrieri a sorpresa lo ha superato soffiandogli il quarto piazzamento.

“Purtroppo abbiamo perso punti per il campionato e le cose non sono chiare – ha detto Girolami – Dovremo parlare col team perché mi hanno assicurato che non mi avrebbe superato. Se vogliamo vincere il titolo dobbiamo essere chiari, sono molto seccato”.

Sesto conclude Tom Coronel (Comtoyou DHL Team Audi Sport), seguito da Gilles Magnus e dal Goodyear #FollowTheLeader Yann Ehrlacher (Cyan Racing Lynk & Co), risalito dal 15° al nono posto e ora a +27 su Girolami.

Norbert Michelisz (BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse – Hyundai i30 N TCR) completa la Top10, mentre a punti vanno anche Attila Tassi (Honda), Luca Filippi (Alfa Romeo), Tiago Monteiro (Honda), Yvan Muller (Lynk & Co) e Santiago Urrutia (Lynk & Co).

GARA 2 – RESOCONTO

Tom Coronel ha centrato la prima vittoria nel FIA WTCR – World Touring Car Cup in Gara 2 della WTCR Race of Slovakia, dove Néstor Girolami è finito rovinosamente a muro.

Il pilota del Comtoyou DHL Team Audi Sport è partito benissimo con la sua Audi RS 3 LMS dal settimo posto in griglia, mettendosi all’inseguimento di Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR), passato in testa alla prima curva.

All’ultimo giro, Girolami è stato toccato da Jean-Karl Vernay per una incomprensione e l’argentino ha piombato contro le barriere, fortunatamente uscendo illeso dal relitto della sua Honda.

“Sapevo di avere la possibilità, siamo veloci qui – ha detto Coronel, che non vinceva nel Mondiale dal 2016 – Dovevo solo gestire gomme, finalmente ce l’ho fatta! Lavoriamo sempre per questo, la macchina è buona e abbiamo provato tanto, eccoci qui!”

“Quando ho visto il varco per infilarmi, l’ho sfruttato subito, dato che siamo qui a lottare per questo. Dopo mi ero già visto nell’erba!”

Girolami partiva dalla DHL Pole Position della griglia invertita, mentre al suo fianco è mancata all’ultimo momento l’Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris di Luca Filippi, spinta fuori prima del via dagli uomini del Team Mulsanne per un problema alla frizione.

Al via Girolami ha cercato di tenere l’interno, ma una toccata tra Santiago Urrutia e Vernay ha dato modo a Guerrieri, Coronel e Gilles Magnus di infilarsi all’interno, superando anche Girolami, con Urrutia a scivolare 17° e Vernay 8°.

La safety car è entrata in pista al primo giro perché Attila Tassi è finito con la sua Honda contro la Hyundai di Gabriele Tarquini.

Al giro 5 via libera e Guerrieri ha provato ad allungare, inseguito però da Coronel, che al giro 8 lo ha passato, imitato poco dopo anche da Gilles Magnus, per una doppietta tutta Comtoyou.

“Complimenti a tutto il team – ha detto il belga – In Gara 1 abbiamo vinto con Nate Nathanaël Berthon, ma non è un miracolo, bensì il frutto del duro lavoro. Io sono partito male, ma ho preso un rischio alla prima curva e mi sono trovato terzo. Tom era più veloce e alla fine non ho voluto attaccarlo per non rischiare”.

Guerrieri è arrivato terzo, ma si è preoccupato per Girolami. “E’ stato un brutto incidente, l’ho visto negli specchietti. La cosa positiva è che sta bene, la gara è andata così. Gli altri erano più veloci sul rettilineo, per cui il terzo posto va bene”.

Vernay chiude quarto davanti a Mikel Azcona (Zengő Motorsport – CUPRA Leon Competición), in rimonta dal 17° posto dopo aver passato le Hyundai di Nicky Catsburg e Norbert Michelisz.

Il Goodyear #FollowTheLeader Yann Ehrlacher è ottavo, con dietro Yvan Muller, Tiago Monteiro, Luca Engstler (Honda), la wildcard Petr Fulin (CUPRA), Aurélien Comte (Vuković Motorsport – Renault Mégane RS TCR), Bence Boldizs (CUPRA) e Urrutia.

Coronel ora balza al secondo posto in classifica a quota 82, con Ehrlacher a +25 su di lui.

GARA 3 – Nicky Catsburg ha centrato la prima vittoria nel WTCR – FIA World Touring Car Cup grazie al successo in Gara 3 della WTCR Race of Slovakia.

Il pilota dell’Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team partiva terzo con la sua Hyundai i30 N TCR, ma grazie ad un ottimo spunto ha superato subito il poleman Nathanaël Berthon e Norbert Michelisz alla curva 1. L’ungherese è poi stato toccato da Jean-Karl Vernay (Team Mulsanne – Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris) alla curva 2 rischiando di finire in testacoda e scivolando indietro.

Catsburg è quindi scappato via, con Vernay che alla fine è secondo e regala al Team Mulsanne-Romeo Ferraris un altro podio. Terzo chiude Berthon (Comtoyou DHL Team Audi Sport).

“E’ incredibile – ha detto Catsburg, al primo successo per la Hyundai nel 2020 – Sapevamo di avere una buona macchina per giocarcela e l’abbiamo fatto. Al via ho superato Norbi e Nathanaël. Non so cosa sia successo a Norbi, penso sia stato toccato da dietro, poi Jean-Karl mi ha inseguito e io ho continuato a spingere, senza fare errori”.

Vernay ha aggiunto: “Sono partito alla grande, poi Norbi ha frenato 50 metri prima e a quel punto non potevo evitarlo”.

Il francese ha anche pensato di non partire dopo l’incidente con Néstor Girolami in Gara 2, visto che l’argentino è finito anche in ospedale per controlli: “Non sono contento di quel che è accaduto, non è il modo di correre che mi piace e non volevo esserne protagonista”.

Il leader del WTCR Rookie Driver, Gilles Magnus (Comtoyou Racing Audi) chiude quarto, seguito da Mikel Azcona (Zengő Motorsport -CUPRA Leon Competición), autore di un’altra grande rimonta dal 17° posto. Sesto Tom Coronel, che non era partito benissimo dal quarto posto.

Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR) ha invece dovuto sudare parecchio per giungere settimo, con dietro Santiago Urrutia (Lynk & Co 03 TCR), che la via si era preso con Gabriele Tarquini mandando la Hyundai a muro. Luca Engstler e Michelisz completano la Top10.

Il Goodyear #FollowTheLeader Yann Ehrlacher prende qualche punto con l’11° posto, mentre Aurélien Comte (Vuković Motorsport – Renault Mégane RS TCR) risale dal 18° al 12° posto battendo in volata Yvan Muller.

La Wildcard Petr Fulin (VEXTA DOMY – CUPRA Leon Competición) è 14° con dietro Thed Björk e Gábor Kismarty-Lechner.

Ehrlacher ora è a +20 su Coronel, con dietro Girolami e Muller a -40.

Il Portale www.mitoalfaromeo.com è presente anche su Google News,
non perdere le novità dal mondo Alfa Romeo seguici (clicca qui)

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *