Fia WTCR Race of Spain: trionfo Alfa Romeo con la Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris in gara 1, in gara 2 successo della Cupra e in gara 3 vittoria della Lynk

GARA 1 – Il pilota del Team Mulsanne partiva dalla seconda fila con la sua Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris, ma alla curva 1 ha superato il poleman Norbert Michelisz, che era andato a proteggersi dall’attacco di Gilles Magnus, e fino alla fine ha tenuto il comando.“Questo era l’obiettivo e l’abbiamo centrato – ha detto il francese, che ritrova il successo da Macao 2018 – Dopo ho provato a guadagnare perché i due dietro di me erano molto veloci”.Nel primo giro combattutissimo, Santiago Urrutia (Cyan Performance Lynk & Co) è balzato dal settimo al secondo posto superando Magnus e mantenendolo fino alla fine. Il belga della Comtoyou Racing col terzo gradino del podio si porta a casa il titolo del FIA Rookie Award 2020.“E’ bellissimo e sono felice del podio – ha detto Urrutia – L’Alfa sul dritto era troppo veloce, quindi non potevamo vincere”.Magnus ha aggiunto: “Norbert al via mi ha stretto a muro, ma lasciandomi lo spazio per passare. Sono arrivato al limitatore e ho perso velocità, dopo non avevo il passo per stare con gli altri, ma proveremo a migliorare per Gara 2.Quarto si classifica Mikel Azcona (Zengő Motorsport – CUPRA Leon Competición), seguito dalle Hyundai i30 N della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse Hyundai i30 N TCR condotte da Gabriele Tarquini e Michelisz.Yvan Muller risale dal decimo al settimo posto con la sua Lynk & Co, seguito da Luca Engstler (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) e Bence Boldizs (Zengő Motorsport), con Néstor Girolami (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR) a completare la Top10.Il Goodyear #FollowTheLeader Yann Ehrlacher risale dall’ultimo posto fino all’undicesimo, mentre il suo rivale in campionato Esteban Guerrieri è 13°, superato nel finale da Nathanaël Berthon (Comtoyou DHL Team Audi Sport), anche lui partito dal fondo per aver cambiato il motore.Le Hondas di Tiago Monteiro ed Attila Tassi completano la zona punti, seguite dalla Wildcard Nicolas Baert (Comtoyou Racing) e Josh Files (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team). Thed Björk, partito sesto e incappato in un mezzo testacoda la primo giro, si è ritirato per un problema tecnico. Fuori anche Tom Coronel per noie al motore.

GARA 2Mikel Azcona centra la sua prima vittoria del 2020 in Gara 2 della WTCR Race of Spain al MotorLand Aragón. Il pilota della Zengő Motorsport ha sfruttato al meglio la DHL Pole Position per regalare anche il primo successo alla nuova CUPRA Leon Competición.“E’ incredibile e fantastico vincere in casa – ha detto Azcona – Sono partito benissimo, ma con la Cupra è facile. Mi sono trovato bene e penso sia un risultato meritato. E’ stato un anno difficile, ringrazio il team e Cupra. Ora abbiamo la macchina per lottare per vincere”.Lo spagnolo è scattato benissimo, mentre Luca Engstler (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team Hyundai) è stato risucchiato nel gruppo, con Yvan Muller (Cyan Racing Lynk & Co) a salire secondo alla curva 1.Il francese ha tenuto la piazza d’onore comodamente davanti alla Lynk & Co di Santiago Urrutia, ancora sul podio dopo il secondo posto di Gara 1.“Engstler è partito male, quindi ne ho approfittato e sono stato felice della macchina”, ha detto Muller, che torna terzo in classifica passando Jean-Karl Vernay.Nathanaël Berthon (Comtoyou DHL Team Audi Sport – Audi RS 3 LMS), chiude quarto davanti a Gabriele Tarquini (BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse) ed Engstler.Il Goodyear #FollowTheLeader Yann Ehrlacher allunga in classifica di campionato centrando il settimo posto, seguito da Gilles Magnus (RACB National Team), Campione del FIA Rookie Award.Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR) completa la Top10, ma scivola a -27 in classifica da Ehrlacher.Punti anche per Néstor Girolami, Josh Files (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team), Tiago Monteiro, Attila Tassi e Norbert Michelisz, partito dai box dopo aver cambiato il motore al termine di Gara 1.Vernay si è ritirato al giro 2. Fuori anche Bence Boldizs (Zengő Motorsport) ed Aurélien Comte (Vuković Motorsport – Renault Mégane RS TCR) per problemi mentre si andavano a schierare in griglia.

GARA 3 – Thed Björk ha centrato la sua prima vittoria nel WTCR – FIA World Touring Car Cup 2020 precedendo Santiago Urrutia nella doppietta Lynk & Co di Gara 3 al MotorLand Aragón.Alle loro spalle, Gabriele Tarquini si è piazzato terzo dopo una lunga battaglia contro il poleman Gilles Magnus.Björk è partito meglio di quest’ultimo e si è subito portato al comando, con Urrutia ad insidiare il belga della Comtoyou Racing con un paio di contatti. Alla fine l’uruguagio è riuscito a superare l’Audi al “Cavatappi” nel corso del settimo giro.“Al via volevo subito giocarmela perché quando sei davanti è più semplice – ha commentato Björk – Non mi sono mai arreso, ho avuto qualche problema che mi è costato qualcosina nei giri 2-3, ma per il resto è andato tutto bene. Mi hanno avvertito coi track limits, ma Santi è un gentiluomo e non mi ha attaccato.Urrutia centra invece il terzo podio di fila dopo quelli delle altre due gare spagnole: “Sono contentissimo, Thed si meritava la vittoria. Magnus mi ha colpito alla curva 1 e ho perso l’attimo, ma tre podi nello stesso weekend sono fantastici, non potevo chiedere di più”.Dietro di loro è subito stata lotta fra tutti: Luca Engstler (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) ha perso il controllo della sua Hyundai i30 N TCR in fondo al rettilineo più lungo finendo addosso a Néstor Girolami (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR). Entra la safety car, con Girolami che via radio dice: “Mi ha rotto il differenziale, non so cosa abbia combinato, voleva fermarsi su di me?!”Al giro 4 la gara è ripresa e Tarquini, salito da ottavo a sesto, ha superato nel giro seguente Jean-Karl Vernay, per poi avvicinarsi anche a Nathanaël Berthon (Comtoyou DHL Team Audi Sport) e scavalcarlo al settimo mettendosi dietro a Magnus, sconfitto al giro 11.Magnus ha lasciato poi il quarto posto a Berthon al giro 12, con Vernay sesto davanti a Mikel Azcona (Zengő Motorsport – CUPRA Leon Competición).Josh Files (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) completa l’ottimo weekend di debutto risalendo dal 17° all’8° posto, seguito dall’Audi di Tom Coronel e da Esteban Guerrieri.L’argentino della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport nel finale ha superato il suo rivale Yann Ehrlacher, classificatosi 12° dopo aver lottato anche con la Wildcard Nicolas Baert. “Ho avuto un problema al turbo e abbiamo perso molto. Ho cercato di dare tutto, ma non è servito”.Il francese resta Goodyear #FollowTheLeader con 25 punti di margine su Guerrieri. L’altro pilota della Cyan Racing, Yvan Muller, riporta problemi e chiude 14°, per cui in classifica viene raggiunto al terzo posto da Vernay.Bence Boldizs (Zengő Motorsport – CUPRA Leon Competición) completa la zona punti riscattandosi dopo il problema elettrico che lo aveva messo KO in Gara 2 mentre si schierava in griglia. Norbert Michelisz è 16° nonostante fosse dovuto rientrare ai box dopo la partenza per un guasto alla valvola della gomma Goodyear anteriore sinistra. Fuori Attila Tassi al giro 7 con vistoso fumo uscire dalla sua Honda.

Il Portale www.mitoalfaromeo.com è presente anche su Google News,
non perdere le novità dal mondo Alfa Romeo seguici (clicca qui)

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *