Brand AlfaRomeo: andamento vendite primo quadrimestre 2013 in Italia

Il primo quadrimestre 2013 nel mercato di riferimento Italia non è stato esaltante per la marca del Biscione. Ecco i dati nel dettaglio:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primo qudrimestre 2013 – marca Alfa Romeo – 11.470 unità con una quota del 2,43% e rispetto al 2012 ha segnato un -31,7% nel medesimo periodo.

Gennaio 2013
2.807 unità

Febbraio 2013
2.492 unità

Marzo 2013
3.196 unità

Aprile 2013
2.964 unità

Il Biscione ad oggi conta due sole vetture in gamma, la MiTO e la Giulietta. La famiglia 159 è uscita fuori produzione e prima del 2014 non debutterà la Giulia che sostituirà la 159 berlina e Sport Wagon. A fine anno debutterà la sportiva Alfa 4C ma il suo mercato di riferimento non sarà nè l’Europa nè l’Italia che sta affrontando una crisi molto pesante. Gli occhi son puntati sul mercato a stelle e strisce dove gli appassionati saranno i primi a beneficiare del debutto dei nuovi modelli che arriveranno da novembre 2013 alla fine del 2016:

Alfa 4C Coupè e Alfa 4C Spider
Alfa Spider Duetto ( realizzata in collaborazione con Mazda – 2015 )
Alfa Giulia berlina e SW
Alfa SUV su base Giulietta
Nuova Alfa MiTO ( 2015)
Alfa 169/Alfetta/164 ( derivata dalla Nuova Maserati Ghibli, Alfa tornerà ad avere la sua ammiraglia)

 

Un piano ambizioso ed anche valido ma che va concretizzato, si aspettano molti modelli da troppo tempo. Inoltre, una delle priorità del player Fiat Chrysler resta l’acquisizione del 100% della controllata Chrysler Group per effettuare la fusione di cui si parla da tempo. A Maserati ed Alfa Romeo spetta il pesante compito di essere la vera alternativa alle blasonate tedesche ed inglesi e questi continui rinvii sul lancio di nuovi modelli, anche se in un clima di forte crisi è quasi un azzardo non valutare queste scelte con molto attenzione.

Nel frattempo non poteva giungere da Arese notizia peggiore: sono iniziati i lavori di smantellamento della storica fabbrica milanese inaugurata negli anni sessanta e le foto pubblicate da Repubblica.it che mostrano anche la distruzione del Centro Stile Alfa mostrano ancora una volta la visione aziendalista torinese che continua ad annientare quello che era rimasto dell’identità milanese dello storico marchio Alfa Romeo. Resta chiuso anche il Museo Alfa Romeo con i soliti interrogativi che non trovano ad oggi alcuna risposta.

 

Alfa Romeo Arese 2012 - www.mitoalfaromeo.com
Alfa Romeo Arese 2012 – www.mitoalfaromeo.com

 

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *