MF: Boom della Ferrari in Cina

Segue articolo della Redazione di Milano Finanza, pubblicato sul sito della Borsa Italiana.

E’ una Ferrari da record quella che si presenta ai nastri di partenza del 2011 sul mercato cinese. La scuderia di Maranello ha infatti venduto nel 2010 circa 300 vetture sulle rete del Paese asiatico, centrando il migliore risultato da quando l’asset piu’ prestigioso del gruppo Fiat (che controlla il 90% della Rossa) e’ entrato ufficialmente nel mercato cinese nel 2004.

null

Come si legge in un articolo di MF, soprattutto il dato di vendita segnala una forte accelerazione della tendenza gia’ molto positiva registrata negli ultimi anni, visto che rappresenta un incremento di quasi il 50% rispetto al 2009. Inoltre, se a questi dati vengono aggiunte le vendite di Hong Kong e Taiwan, ovvero la cosiddetta area Greater China, la Cina diventa gia’ oggi uno dei primi cinque mercati al mondo per la Ferrari, con forti prospettive di crescita nei prossimi anni. Non sorprende quindi che l’a.d. della Fiat, Sergio Marchionne, e il presidente di Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, stiano pensando alla borsa di Hong Kong se, come appare probabile, i vertici del Lingotto decideranno di quotare la scuderia di Maranello nei prossimi mesi. L’obiettivo e’ quello di collocare sul mercato una quota di minoranza (il 39%) per fare cassa e aiutare cosi’ la Fiat a reperire i mezzi necessari per salire al 51% di Chsryler.

D’altronde la Ferrari nel 2010 ha dedicato alla Cina un’attenzione particolare, a conferma che il mercato asiatico e’ considerato sempre piu’ strategico. La rete commerciale e’ stata rafforzata nella struttura e sono stati selezionati nuovi partner che andranno ad affiancare i 10 concessionari presenti oggi nel Paese e che porteranno all’apertura di nuove concessionarie in diverse citta’ cinesi nei prossimi mesi. Inoltre nel 2011 sara’ inaugurato il primo campionato monomarca Ferrari Challenge dedicato all’Asia.

null

Commenti

commenti